I cyber criminali attaccano la sicurezza pubblica in tutto il mondo: infrastrutture come centrali elettriche, ferrovie nazionali e sistemi sotterranei locali o altre forme di trasporto pubblico, vengono sempre più prese di mira. E per riassumere, secondo gli esperti Clusit, la nostra società è entrata in una fase di cyber guerriglia permanente, che rischia di minacciare la nostra stessa società digitale.

Ma si tratta solo di un problema tecnologico o riguarda qualcosa di più? No, secondo Malcolm Bailie, Manager Solution Delivery and Projects (APAC) presso Nozomi Networks durante lo IoT Festival 2020: “non si tratta solo di tecnologia, ma anche di persone e processi”.

Articolo tratto da Andrea Biraghi Blog: Sicurezza delle infrastrutture critiche: quale approccio?

Andrea Biraghi
Andrea Biraghi
Photo by Michael Dziedzic

“Tale è la nostra dipendenza dall’elettricità che un blackout prolungato metterebbe a repentaglio i sistemi di trasporto, la fornitura di acqua dolce, le comunicazioni e le banche”.

Michael A. Mullane di Iec e-tech

La questione sollevata da Bailie riguarda anche i rischi creati da fornitori di tecnologie di terze parti. Ad esempio, nel settore energetico “abbiamo altri fornitori che ora introducono energia solare e altri dispositivi che si ricollegano alle reti di distribuzione tradizionali e ai loro sistemi SCADA. Come possiamo garantire che la sicurezza informatica sia stata applicata in modo appropriato?”. …


Andrea Biraghi | Le dimensioni tra Intelligenza artificiale e Cybersecurity

Intelligenza artificiale (IA) e CyberSecurity comunicano già su più livelli: l’utilizzo di tecnologie come l’IA e l’apprendimento automatico è diventato oramai essenziale per proteggere le organizzazioni da attori malintenzionati, che stanno sempre più veloci, migliorano e raffinano le loro tecniche di attacco per arrivare ai loro obiettivi.

andrea biraghi
andrea biraghi
Photo by Franki Chamaki

L’intelligenza artificiale è un’enorme opportunità per l’uomo e il pianeta e altrettanto lo è implementare i suoi strumenti e il ML, rispondendo meglio così agli attacchi in arrivo e ottenere informazioni chiave su dove potrebbero essere i prossimi obiettivi…

Leggi l’articolo integrale su Andrea Biraghi Cybersecurity Blog

…L’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico (ML) sono diventate tecnologie critiche nella sicurezza delle informazioni. La loro capacità va dal poter analizzare rapidamente milioni di eventi e identificare molti diversi tipi di minacce, al malware che sfrutta le vulnerabilità zero-day e all’identificazione di comportamenti rischiosi che potrebbero portare a un phishing attacco o download di codice dannoso. …


E’ possibile proteggere la propria privacy e i dati sul web? Si, è possibile, diventando consapevoli delle informazioni che si condividono in rete. la verità, infatti, è che spesso non ci preoccupiamo più di tanto, quando utilizziamo i nostri dati anche quelli più sensibili, credendo giustamente che non avendo nulla da nascondere di male, non sia poi così necessario tutelarci.

Andrea Biraghi
Andrea Biraghi
Photo by Jason Dent

Eppure, sapere che la nostra “impronta digitale” potrebbe essere “registrata per sempre” è importante: soprattutto è importante educare in questo le giovani generazioni. Sono infatti loro a correre i pericoli peggiori.

Partendo infatti da una buona educazione informatica si può insegnare ai ragazzi che la loro presenza non è affatto anonima sul Web e che questo ha a che fare con delle responsabilità a partire dalle propri e scelte. In tutto questo i genitori svolgono una importante funzione, quando la propria casa resta il principale luogo di accesso a internet. L’88% dei ragazzi italiani — secondo il report EU Kids Online Italyusa internet a casa ogni giorno. …


La violazione della proprietà intellettuale è a rischio sicurezza: gli hacker sponsorizzati dallo stato hanno come obiettivo il vaccino per il Covid 19.

La pandemia non è solo un banco di prova di una sfida che diventa ogni giorno più complessa, ma dicenta il centro di interesse per criminali informatici e interessi globali: gli esperti di sicurezza accusano gli hacker di stato, provenienti da Russia, Cina o Iran, di cercare di rubare gli utlimi dati sui vaccini COVID-19. E’ la guerra della proprietà intellettuale.

Andrea Biraghi
Andrea Biraghi
Photo by Max Bender

Proprietà intellettuale e sicurezza: gli hacker di stato puntano al vaccino Covid

Gli hacker stanno lavorando instancabilmente per recuperare informazioni sensibili sui risultati della produzione del vaccino Covid 19. …


Covid e sicurezza informatica: cosa abbiamo imparato durante la pandemia?

Mentre i cambiamenti apportati dalla pandemia globale COVID 19 stanno esacerbando le vulnerabilità nell’economia globale, tra cui il rischio di paralizzare gli attacchi informatici contro infrastrutture critiche come la rete elettrica, ci cerca di costruire una nuova agilità aziendale.

andrea biraghi
andrea biraghi
Photo by Javier Allegue Barros

Leggi l’articolo integrale su Andrea Biraghi Blog

Per essere pronti al cambiamento bisogna avere ben presenti le sfide tecnologiche che la società e il “new normal” stanno imponendo: non solo l’Italia, ma molti paesi in Europa, come Francia, Spagna, ma anche Germania, durante l’epidemia di Coronavirus, si sono rivelati impreparati alla nuova sfida. Soprattutto per quanto riguarda il lavoro da remoto e la protezione dei dati.

Costruire una vera agilità aziendale o business agility e imparare a cavalcare l’onda delle opportunità — e delle sfide — post Covid significa puntare al massimo valore di competitività a lungo termine (o più lungamente possibile). Agilità e flessibilità, di cui a lungo parliamo, sono ora i punti di partenza per migliorare le proprie capacità, visioni, la propria innovazione e diventare infine punto di riferimento, di motivazione e ispirazione per i propri impiegati.


Si chiamerà Istituto italiano di Cybersicurezza (IIC) la nuova fondazione per la cyber difesa e la cyber sicurezza italiana. La nuova fondazione sarà coordinata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dall’intelligence.

Intanto le testate inziano a riportare fatti, numeri: mentre dell’ICC si palra nell’articolo 96 della bozza della Legge di bilancio, in cui si annuncia la sua costituzione.

Membri della fondazione, come si legge su Formiche.net sono i ministri del Cisr (Comitato interministeriale per la Sicurezza della Repubblica) e il ministro dell’Università e della ricerca Gaetano Manfredi, si avvarrà del coordinamento del Dis (Dipartimento informazioni e sicurezza).

andrea biraghi
andrea biraghi
Photo by Jason Leung

Tra le finalità quella di “promuovere e sostenere l’accrescimento delle competenze e delle capacità tecnologiche, industriali e scientifiche nazionali nel campo della sicurezza cibernetica e della protezione informatica”.

– promuovere e sostenere l’accrescimento delle competenze e delle capacità tecnologiche, industriali e scientifiche nazionali nel campo della sicurezza cibernetica e della protezione…


“L’hacking sponsorizzato dallo stato e lo spyware sono fondamentalmente diventati mercificati”, afferma Cooper Quintin, ricercatore di sicurezza alla Electronic Frontier Foundation a CyberScoop. “C’è un settore per questo adesso”.

Abbiamo visto come secondo il rapporto Cyber ​​Threatscape Report 2020 di Accenture gli hacker di stato e i gruppi criminali ransomware stiano raffinando le loro tattiche per infliggere ancora più danni nel 2021.

Nel rapporto vengono rivelate le minacce attuali nel panorama Cyber, identificando cosi 5 fattori che stanno influenzando il panorama delle minacce informatiche.

Andrea Biraghi
Andrea Biraghi
Photo by The Creative Exchange

Nuovi strumenti open source sono distribuiti in rete sfruttano i sistemi di posta elettronica e utilizzano l’estorsione online. …


La sicurezza dei satelliti e le loro vulnerabilità sono legate attualmente ad una delle più grandi minacce globali di questo secolo.

La frontiera dello spazio, a sua volta, è la nuova e moderna frontiera per la Cyber Security a livello globale. Per quale motivo? Il ritmo vertigionso con cui avanzano le capacità di sicurezza informatica e di guerra informatica di diverse nazioni e attori non statali rappresenta una sfida enorme per i proprietari delle risorse spaziali in orbita. Oltre a questo la Cina, nel 2021, avrà un’intensa attività di lancio di satelliti per la rete spaziale a supporto dello IoT — 80 satelliti nello spazio per completare la rete, in tre fasi, intorno al 2023. …


La sicurezza nello spazio: Articolo tratto da Longitude 109 — Looking for space Security, Andrea Biraghi.

Image for post
Image for post
Fonte Immagine: Longitude 109 — Looking for space Security, Andrea Biraghi.

La continua proliferazione dell’esplorazione spaziale non farà che aumentare la portata del nostro ambiente connesso. Dato l’elevato valore dei dati memorizzati sui satelliti e altri sistemi spaziali, sono bersagli potenzialmente interessanti per chiunque voglia sfruttare questa situazione per realizzare un profitto illegale. Sebbene risiedere nel vuoto dello spazio profondo li renda meno vulnerabili agli attacchi fisici, i sistemi spaziali sono ancora controllati da computer a terra. Ciò significa che possono essere infettati proprio come qualsiasi altro sistema informatico più vicino a noi. Gli aggressori non devono nemmeno essere hacker provenienti esclusivamente da nazioni che trattano o lavorano con lo “spazio”, così come non hanno nemmeno bisogno di avere accesso fisico diretto ai sistemi di controllo appartenenti a organizzazioni come NASA, ESA o Roscosmos. …


Il 5 Novembre 2020 entrerà in vigore il nuovo regolamento che riguarda il perimetro di sicurezza nazionale cibernetica: il provvedimento pone le basi per inserire l’Italia tra i paesi europei all’avanguardia per quanto riguarda il tema della Cyber Security. L’obiettivo è quello di difendere gli interessi vitali dell’Italia alzando il livello di protezione sui servizi fondmentali da cui dipende.

Andrea Biraghi Leonardo
Andrea Biraghi Leonardo
Photo by Michael Dziedzic on Unsplash

Oggetto del provvedimento sono la massiva diffusione delle nuove tecnologie e l’istantanea fruibilità a livello globale di notizie e dati, le crescenti attività ostili di diversa matrice nel dominio cibernetico, la moltiplicazione dei vettori di minaccia e il cyber terrorismo.

Nel decreto sono individuati i soggetti che svolgono funzioni essenziali per lo Stato all’interno dei settori di competenza: interno, difesa, spazio e aerospazio energia, telecomunicazioni, economia e finanza, trasporti, servizi digitali, tecnologie critiche e enti previdenziali/lavoro.

Articolo integrale: Andrea Biraghi Perimetro di sicurezza nazionale cibernetica: i primi importanti passi

Leggi anche: Andrea Biraghi — Direttiva NIS e Infrastrutture critiche: sicurezza…

About

Andrea Biraghi

Andrea Biraghi è amministratore delegato Comdata. Esperto in Cyber Security, Security & Information System. Project Manager digitalizzazione e sicurezza IT.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store