Sicurezza UE: la strategia europea 2020–2025 per l’Unione

Sicurezza europea; quali sono le strategie Enisa per il quinquennio 2020–2025?

Andrea Biraghi — Cybersecurity

andrea biraghi sicurezza informatica
andrea biraghi sicurezza informatica
Photo by Mike Kononov

Oggi Agenda Digitale fa il punto sulla nuova strategia Enisa per raffozare la sicurezza informatica nei prossimi anni e sullo stato di avanzamento delle misure di sicurezza cibernetica riguardanti il 5G, infrastrutture critiche e la difesa dalle minacce contro la pubblica incolumità di cose e persone, con le intenzioni di fare tutto il possibile per proteggere i nostri cittadini. A rendere complessa la situazione contemporanea si è aggiunta la crisi dovuta al Covid, con tutte le incertezze sociali che possono creare vulnerabilità sul piano sicurezza.

Il documento sulla strategia dell’UE per l’Unione della sicurezza pone le basi per le attività del prossimo quinquennio a partire dal costruire un’autentica ed efficace Unione della sicurezza in cui i diritti e le libertà delle persone siano adeguatamente tutelati anche con il rafforzare gli strumenti giuridici, pratici e di sostegno.

La strategia 2020–2025 per l’Unione della sicurezza

Le priorità strategiche sono 4 e interdipendenti:

  1. un ambiente della sicurezza adeguato alle esigenze future,
  2. affrontare le minacce in evoluzione,
  3. proteggere i cittadini europei dal terrorismo e dalla criminalità organizzata,
  4. un ecosistema europeo forte in materia di sicurezza.

Leggi le news su Andrea Biraghi Blog

Andrea Biraghi è amministratore delegato Comdata. Esperto in Cyber Security, Security & Information System. Project Manager digitalizzazione e sicurezza IT.

Andrea Biraghi è amministratore delegato Comdata. Esperto in Cyber Security, Security & Information System. Project Manager digitalizzazione e sicurezza IT.