Malware Mobile: il report Check Point 2021 sulle minacce alla sicurezza

Il Mobile Security Report 2021 di Check Point rileva che quasi tutte le organizzazioni a livello globale hanno subito un attacco malware mobile nel 2021. Il report scopre anche le ultime minacce per i dispositivi mobili: dalle app dannose agli attacchi ransomware.

In una sintesi il 97% delle organizzazioni nel 2020 ha affrontato minacce mobili che hanno utilizzato più vettori di attacco, il 46% delle organizzazioni ha avuto almeno un dipendente che scarica un’applicazione mobile dannosa e almeno il 40% dei dispositivi mobili del mondo è vulnerabile agli attacchi informatici

Check Point Software’s Mobile Security Report 2021 Shows Almost Every Organization Globally Experienced a Mobile Malware Attack during the Past Year

andrea biraghi leonardo
Photo by Luis Villasmil

Il passaggio al lavoro remoto di massa durante la pandemia di COVID-19 ha visto la superficie di attacco mobile espandersi. Il risultato lo abbiamo visto nella precendete sintesi, dove il 97% delle organizzazioni deve affrontare minacce mobili da diversi vettori di attacco.

Gli attori delle minacce hanno diffuso malware mobile, tra cui Trojan di accesso remoto mobile (MRAT), trojan bancari e diaatori premium. Spesso il malware è nascosto nelle app che affermano di offrire informazioni correlate al COVID-19. Non solo, entro il 2024 si prevede che il 60% dei lavoratori aumenteranno drstaicamente il numero di mobile e la sciurezza quindi deve essere una priorità per tutte le aziende e le organizzazioni.

Articolo integrale: Andrea Biraghi Cyber Security News

I Cyber attacchi di quinta generazione: il 2021 anno chiave

I cyber attacchi di quinta generazione diventano sempre più sosfisticati: si va dallo spionaggio internazionale alle massicce violazioni delle informazioni personali alle interruzioni su larga scala di Internet.

Con la rapida digitalizzazione a causa della pandemia, il passaggio al server cloud, l’alto numero di smartphone connessi in rete e il passaggio al lavoro da remoto tutti noi diveniamo più vulnerabili. Nonostante le misure prese per assicurare di essere protetti in oggni momento i nuovi attacchi hanno riguardato una serie di exploit informatici su larga scala. Perchè molte aziende sono protette contro attacchi de seconda e terza generazione e la sicurezza informatica deve evolvere invece verso la quinta generazione per proteggere le aziende contro gli attacchi all’intera infrastruttura IT.

Leggi anche: Preparing for physical and cyber security convergence by Andrea Biraghi

Andrea Biraghi è amministratore delegato Comdata. Esperto in Cyber Security, Security & Information System. Project Manager digitalizzazione e sicurezza IT.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store