Andrea Biraghi: Atos il supercomuter di Leonardo Finmeccanica

Atos è stato scelto come partner di Leonardo Spa per lo sviluppo del supercomputer che sarà installato a Genova.

Mentre il 14mo computer quantistico dell’IBM sembra sia il più potente in circolazione, Leonardo ha scelto Atos, società quotata in Francia specializzata nella nella trasformazione digitale, come partner tecnologico per lo sviluppo del supercomputer che sarà installato a Genova. Leonardo e Atos potranno, inoltre, collaborare su ulteriori progetti di ricerca legati alla computazione quantistica.

Il supercomputer di Leonardo sarà il centro nevralgico della sede genovese dei Leonardo Labs, i nuovi laboratori di ricerca e sviluppo corporate dedicati all’innovazione nei settori tradizionali di Leonardo e allo sviluppo di nuove tecnologie per il lungo periodo.

La notizia si legge su StartMag.it: il nuovo supercomputer sarà uno dei primi in Europa ad essere dotato di acceleratori di ultima generazione NVidia A100, con una batteria di oltre cento unità di supercalcolo, per una potenza di calcolo complessiva superiore a 5PFlops (5 milioni di miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo).

Su AnalisiDifesa invece si legge che Leonardo ha, da poco, lanciato la selezione di reclutamento internazionale di 68 giovani talenti per i Leonardo Labs che verranno inseriti in sei specifiche aree di ricerca (Artificial Intelligence and Autonomous Intelligent System, Big Data Analytics, High Performance Computing, Electrification of Aeronautical Platforms, Materials and Structures e Quantum Technologies).

Leggi anche: Leonardo cybersecurity e Nato

Written by

Andrea Biraghi è amministratore delegato Comdata. Esperto in Cyber Security, Security & Information System. Project Manager digitalizzazione e sicurezza IT.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store