Il rapporto Reuters accusa la Cina dell’hacking di dati sul fiume Mekong dalla Cambogia: l’ambasciata cinese nega e accusa gli Stati Uniti.

Non è immediatamente chiaro quale tipo di dati abbiano rubato gli hacker e non sappiamo perché abbiano fatto questo tentativo. Ma ci deve essere qualcosa di interessante o importante che li ha motivati ​​a farlo”, ha affermato il Segretariato della Commissione del fiume Mekong (MRC). Questo è successo nel 2018 ma stiamo ascoltando la notizia ora che il dipartimento di giustizia degli Stati Uniti l’ha rilasciata.

Il Segretario ha anche affermato che la maggior parte dei dati su MRC è disponibile pubblicamente e ospitata su un portale di dati. Il portale rappresenta un magazzino di dati in cui sono attualmente…


Spyware Pegasus: serve una migliore regolamentazione della tecnologia di sorveglianza e a chiederla è l’ONU.

Lunedì le Nazioni Unite hanno lanciato l’allarme per le notizie secondo cui diversi governi hanno utilizzato malware per telefoni israeliani per spiare attivisti, giornalisti e altri, sottolineando l’urgente necessità di una migliore regolamentazione della tecnologia di sorveglianza.

Photo by Tobias Tullius on Unsplash

Attivisti, giornalisti per i diritti umani ed oppositori politici sono stati oggetto di tentativi di hacking tramite Pegasus spyware di NSO Group. Secondo un’indagine circa 37 smartphone — su 67 esaminati — sono stati violati con successo utilizzando lo strumento di sorveglianza, sviluppato dall’azienda israeliana di armi informatiche NSO. Il leak contine circa 5.000 numeri di telefono. il TheGuardian riporta che “si ritiene…


Attivisti, giornalisti per i diritti umani ed oppositori politici sono stati oggetto di tentativi di hacking tramite Pegasus spyware di NSO Group. Secondo un’indagine circa 37 smartphone — su 67 esaminati — sono stati violati con successo utilizzando lo strumento di sorveglianza, sviluppato dall’azienda israeliana di armi informatiche NSO.

andrea biraghi cyber security
andrea biraghi cyber security
Photo by Bernard Hermant on Unsplash

Il leak contine circa 5.000 numeri di telefono. il TheGuardian riporta che “si ritiene che un gruppo di 10 governi siano clienti NSO che aggiungono numeri al sistema, con l’elenco che include Azerbaigian, Kazakistan, Ruanda ed Emirati Arabi Uniti, tra gli altri”.

NSO Group è noto per la produzione di strumenti di hacking, utilizzati dai governi e dalle forze dell’ordine di tutto il mondo. Lo strumento più noto dell’azienda è “Pegasus”, uno spyware in grado di eseguire il jailbreak di un dispositivo come un iPhone, installare malware e consentire l’esportazione dei dati dell’utente.

Il malware può violare sia gli smartphone…


Cyber crime: l’Italia è il quarto paese più colpito dai ransomware subito dopo Regno Unito, Francia e Germania.

andrea biraghi
andrea biraghi
Photo by Matthew Henry on Unsplash

I dati arrivano dalla scoietà di sicurezza informatica FireEye che segna una crescita dei ransomwareche colpisce tutta l’area Emea. L’area Emea comprende Europa, Africa e Medio Oriente, e i ransomware rappresentano la tipologia di attacco cyber maggiormente in aumento, con un +422% tra febbraio 2020 e maggio 2021.

Quali sono i settori più colpiti? dal cyber crime in Italia? Il settore manifatturiero è al primo posto, seguito da servizi legali e professionali, logistica e industria ingegneristica.

“I gruppi che operano attraverso attacchi ransomware continueranno a crescere fino a quando non inizieremo ad affrontare il problema a livello politico.Rallentare queste attività…


Gli strumenti di sicurezza dell’Intelligenza Artificiale possono aiutare a mitigare i bias negli algoritmi.

Bias: forma di distorsione cognitiva causata dal pregiudizio e può influenzare ideologie, opinioni e comportamenti. In informatica, il bias algoritmico è un errore dovuto da assunzioni errate nel processo di apprendimento automatico.

ibicocca.it — Bias negli algoritmi: come le macchine apprendono i pregiudizi dagli esseri umani

Così anche gli algortimi sbagliano, in base ad errori sistematici di giudizio o di interpretazione, portando a un errore di valutazione o a formulare giudizi poco oggettivi. …


Ora che il gruppo di hacker russi ReVil ha dichiarato la sua responsabilità nell’attacco ransomaware via Kaseya , il presidente russo Biden è ora sotto pressione: si cerca il responsabile. Nel frattempo, l’hack Synnex arriva qundi in un momento delicato. Gli hacker farebbero parte di APT29 o Cozy Bear, secondo Bloomberg, gruppo collegato al servizio di intelligence estero russo, l’SVR.

andrea biraghi
andrea biraghi
Photo by Maximalfocus on Unsplash

Il gruppo Cozy Bear è stato precedentemente accusato di aver violato il Comitato nazionale democratico nel 2016, nonché di aver compiuto la storica violazione della sicurezza informatica contro SolarWinds, che ha colpito circa 100 società statunitensi e nove agenzie federali. Gli hacker russi sono così anche accusati di aver violato un appaltatore del Comitato nazionale repubblicano la scorsa settimana, all’incirca nello stesso periodo dell’hack Kaseya, il più grande attacco ransomware globale mai registrato, che ha colpito tra 800 e 1.500 aziende.

L’attacco secondo i ricercatori di sicurezza e VSA Kaseya Ltd — dopo un’attenta analisi da parte della società di…


Il nuovo attacco ransomware che via Kaseya si sta diffondendo tra centinaia di clienti.

Kaseya è un software utilizzato nel monitoraggio remoto, nella gestione delle tecnologie dell’informazione, nella risoluzione della sicurezza di rete e basata su cloud: si tratta di un software utilizzato da grandi aziende e fornitori di servizi tecnologici per gestire e distribuire aggiornamenti software ai sistemi sulle reti di computer

andrea biraghi
andrea biraghi
Photo by Michael Geiger on Unsplash

L’attacco secondo i ricercatori di sicurezza e VSA Kaseya Ltd — dopo un’attenta analisi da parte della società di sicurezza informatica Emsisoft — è stato operato dal noto gruppo REvil, il gruppo ransomware che circa un mese…


Una campagna di hacking — che si crede ancora in corso — ha preso di mira le passwords di centinaia di organizzazioni in tutto il mondo tra cui partiti politici, uffici governativi, appaltatori della difesa, compagnie energetiche, studi legali, media e università.

andrea biraghi
andrea biraghi
Photo by Markus Spiske on Unsplash

I funzionari dell’Agenzia per la sicurezza nazionale, l’FBI, il Dipartimento della Sicurezza Nazionale e del GCHQ del Regno Unito, oltre a ritenere la campagna ancora in corso, affermano che si tratti di un tentativo di uno sforzo più ampio del GRU russo per raccogliere informazioni da un’ampia gamma di obiettivi sensibili come rivela CNN. La campagna — è stato riportato pubblicamente — è iniziata a metà del 2019 ed è stata attribuita per la prima volta questa settimana.

Questa campagna di hacking — con attacchi diretti alle passwords — è stata distinta da altre operazioni russe nel cyberspazio come ad…


Il gruppo hacker Nobelium, ritenuto resposanbile dell’hack Solar Winds, ha condotto attacchi “password-spray” e “brute-force” per ottenere l’accesso alle reti aziendali

Il gruppo hacker Nobelium, legato agli attacchi Solar Winds, è riuscito a compromettere il computer di un lavoratore Microsoft. Microsoft ha dichiarato venerdì che l’accesso è stato utilizzato per lanciare attacchimirati contro i clienti dell’azienda. La scoperta è avvenuta mentre Microsoft stava indagando su nuove violazioni da parte dello stesso gruppo di hacker.

andrea biraghi
andrea biraghi
Photo by Muhannad Ajjan on Unsplash

Secondo Microsoft, gli hacker hanno utilizzato le informazioni raccolte dagli strumenti per avviare attacchi “altamente mirati” su specifici clienti Microsoft. La società afferma di aver contattato i clienti interessati dall’uso degli strumenti da parte del gruppo di hacker e che Nobelium non ha più accesso al dispositivo dell’agente dell’assistenza clienti. …


Biden-Puntin cyber security: rendere gli obiettivi delle infrastrutture critiche vietati all’hacking

Durante l’incontro a Ginevra tra Joe Biden e Valdimir Putin, in materia di cyber security, il presidente della Russia ha proposto zone sicure per gli obiettivi contro le infrastrutture critiche.

Tra i punti cruciali dell’incontro, che hanno riguardato il nucleare, l’Ucraina e lo scambio di detenuti, la cyber security ha rappresentato uun momento di dialogo tra i due paesi che è appena iniziato. Quello che è chiaro è che i rapporti tra i due paesi devono diventare stabili e in uncerto modo, a richiesta di Putin, prevedibili. L’agenda di Biden invece si è dichiarata non contro la Russia ma volta…

Andrea Biraghi

Andrea Biraghi è amministratore delegato Comdata. Esperto in Cyber Security, Security & Information System. Project Manager digitalizzazione e sicurezza IT.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store